Missioni del Togo


Le Suore della Provvidenza sono partite per l’Africa nel 1973. Arrivarono a Kossou, a circa 300 km a nord di Abidjan, nel cuore della Costa d’Avorio, in piena foresta. Erano al seguito di un gruppo di preti e laici organizzati dalla Diocesi di Gorizia. Da allora le suore hanno iniziato un cammino di integrazione e hanno dato il via, una dopo l’altra a 8 missioni a :

  1. Bouaké (Costa d’Avorio)
  2. Abidjan (Costa d’Avorio)
  3. Yamoussoukro (Costa d’Avorio)
  4. Kouvè (Togo)
  5. Lomè (Togo)
  6. Ahepè (Togo)
  7. Kandì (Benin)
  8. Seto (Benin)
  9. Oudtshoorn (Sud Africa)
  10. Johannesburg (Sud Africa
Nel 1985 le Suore della Provvidenza aprono la prima comunità in Togo allo scopo di offrire alla popolazione un servizio sanitario. Le suore si sono, da subito, dedicate ai bambini denutriti avviando un Centro di educazione sanitaria e di recupero nutrizionale. Gradualmente hanno dato vita a tre missioni dove si occupano sia degli aspetti sanitari che educativi in particolare a favore dei bambini e delle ragazze che non hanno potuto studiare o che si trovano in particolari situazioni di difficoltà.
.

Progetti principali nelle missioni del TOGO

Centro sanitario – Kouvé

Il centro sanitario è sviluppato progressivamente in risposta alle esigenze del luogo. Oggi è un vasto complesso che offre cure mediche e assistenza sanitaria alla popolazione di Kouvé e dell’intera prefettura di Yoto.  Oggi nel centro c’è un Centro diurno per prevenzione e cura dei malati di AIDS, e una maternità per poter seguire, con le visite prenatali, le mamme siero positive per interrompere la catena di trasmissione dell’HIV dalla madre al figlio. Per i bambini del villaggio le suore gestiscono anche  una scuola materna pensata per seguire i bambini che hanno problemi di malnutrizione collegati all’indigenza delle famiglie.

Centro scolastico e formativo – Ahépé

Le suore della Provvidenza gestiscono una scuola Materna con circa 130 bambini dai tre ai sei anni e una scuola elementare con circa 260 bambini dalla prima alla sesta classe. Fin dalla sua fondazione in questa missione c’è un foyer con circa 50 ragazze di famiglie problematiche o molto povere che, oltre all’alfabetizzazione, seguono corsi professionali di sartoria, di tintura e batik, di tessitura e corsi di parrucchiera. Alla fine di tre anni possono fare un esame, riconosciuto dallo stato, che consente loro di esercitare un’attività professionale.

Noviziato e centro Caritas – Lomé

A Lomè il noviziato ha consentito di preparare oltre 50 giovani africane che sono oggi sono “Suore della Provvidenza”. Oltre a questo ambito formativo molto importante, c’è anche un Centro Caritas che opera e coordina molte attività a favore delle tante povertà che affliggono le periferie della capitale Lomé.