Moto-benedizione 2015


6a edizione ideata dal sacerdote, amico e motociclista, don Michele Zanon.

Sono stati oltre 600 i partecipanti alla Moto-benedizione 2015 sul colle della Madonna Missionaria di Tricesimo.

La manifestazione come sempre si è colorata di solidarietà, infatti tutto il ricavato è stato destinato a un progetto delle suore della Provvidenza per l’acquisto – nel centro sanitario di Kouvé, in Togo – di motociclette indispensabili per raggiungere i villaggi più lontani dove le strade sono percorribili solo in moto. Dopo la messa di suffragio celebrata per coloro che sono morti in incidenti stradali, sono seguiti la benedizione e il momento conviviale.

«Come sempre – sottolinea don Michele – la manifestazione si è svolta fuori dalle righe conciliando “il diavolo e l’acqua Santa”, dimostrando cioè che la spiritualità può andare di pari passo con la passione per la moto; realizzando qualcosa di molto concreto per chi questa passione non può permettersela». E aggiunge «abbiamo bisogno di fare ancora molta strada perché la solidarietà ne ha bisogno».

La Moto-benedizione si è chiusa con la giornata della consegna del ricavato della manifestazione. In quest’occasione i coordinatori e rappresentanti dei motociclisti hanno potuto vedere alcuni filmati delle missioni e avviare il progetto di acquisto della moto per la missione del Togo.

Matrimonio di Tania e Gianluca

«Dobbiamo fare ancora molta strada, diceva don Michele, perché la solidarietà ne ha bisogno». E’ un messaggio che i due motociclisti Tania e Gianluca hanno subito raccolto organizzando il loro matrimonio nella massima sobrietà; rinunciando ai regali e devolvendo le offerte degli invitati per un progetto missionario in Togo.

Consigliamo veramente di vedere questo filmato perché Tania e Gianluca dimostrano  che è possibile sposarsi in chiesa senza sfarzi e quindi spendendo pochissimo. Nei nostri corsi di preparazione al matrimonio, sentiamo dire dai giovani che prima convivono o si sposano civilmente perché il matrimonio in chiesa è costosissimo. Aspettano quindi di accumulare il denaro necessario prima di celebrare il matrimonio cristiano. Questo filmato può essere un esempio per tutte queste coppie, perché dimostra che si può fare il matrimonio cristiano spendendo poco o nulla.