Missioni Bolivia


LA STORIA

Nel 1980, su invito di padre Tito Solari, un salesiano di origini friulane e missionario in Bolivia, arrivano le Suore della Provvidenza che nel dipartimento di S. Carlos aprono la loro prima comunità.

Nel 1984, sempre su invito di Padre Tito Solari, aprono la seconda missione sulle Ande boliviane, nello sperduto paesino di Chivimarca, facente parte della provincia Tapacar, una delle regioni di Cochabamba.

Nel 1986, per la difficoltà di comunicazione tra le missioni di Chivimarca e San Carlos, le suore decidono di creare una missione di appoggio a Cochabamba. Nasce così la casa di delegazione San Luigi Scrosoppi che nel 2003 diventerà la Casa Provinciale che comprende le missioni dell’Uruguay, della Bolivia e dell’Argentina.

Nel 1998 le Suore della Provvidenza decidono di allargare il loro campo di azione spingendosi fino alla capitale La Paz e precisamente a El Alto. Qui sono impegnate nella promozione umana e cristiana, gestendo un doposcuola che accoglie, in un turno al mattino e uno al pomeriggio, circa 60 bambini e ragazzi.

Nel 2005, considerato il continuo aumento della popolazione di Cochabamba, le Suore della Provvidenza decidono di costituire una nuova comunità nel barrio Ch’aquimayu che si trova nella zona sud della Città metropolitana.
Qui oggi, oltre alle attività pastorali a fianco della chiesa locale, dal lunedì al venerdì le suore presiedono al funzionamento di un centro di appoggio scolastico per i bambini e i ragazzi della zona.

Le testimonianze dei protagonisti principali

Questo breve filmato raccoglie le testimonianza di suor Spes Alma e di mons. Tito Solari che sono stati i principali artefici della presenza missionaria delle Suore della Provvidenza in Bolivia. Un’altra importante testimonianza è quella di Suor Generosa, una tra le prime suore inviate in questa missione.


Il filmato originale (Full HD – mp4) può essere scaricato al seguente indirizzo:
https://www.dropbox.com/s/lrmgmah4xwekle5/StoriaMissioniBolivia.mp4?dl=0
(Istruzioni)

 

LE MISSIONI

Missione di SAN CARLOS (Santa Cruz)

Nel 1980, come da accordi tra il padre salesiano Tito Solari e l’allora Superiora Generale suor Spes Alma, le Suore della Provvidenza partono per la loro prima missione in Bolivia. La destinazione era San Carlos dove i salesiani avevano costruito un ospedale pensato per dare assistenza ai tanti poveri che non avevano la possibilità di curarsi e in particolare una sala parto per le mamme e un reparto pediatrico per i bambini. In quest’ultimo reparto le suore osservano che gran parte dei problemi erano collegati alla denutrizione; è per questo che hanno poi deciso di costruire e gestire il “CENTRO DI RIABILITAZIONE DEI BAMBINI DENUTRITI”, tutt’ora in piena attività.


Il filmato originale (Full HD – mp4) può essere scaricato al seguente indirizzo:
https://www.dropbox.com/s/3rtovqcxy4d39x0/MissioneSanCarlos.mp4?dl=0 
(Istruzioni
)

Missione di CHIVIMARCA

Chivimarca è uno dei tanti villaggi rurali sperduti sulle Ande boliviane. È situato a 3600 metri di altitudine e per raggiungerlo, da Cochabamba, servono 5 ore di macchina di cui 3 su piste sterrate. Il nostro viaggio a Chivimarca inizia con un momento di ricordo e di preghiera sul luogo dove recentemente hanno perso la vita Suor Celestina e il volontario Enzo Agnelli (l’architetto di Verona che si è fatto carico della costruzione di vari edifici della missione) e dove si è invece miracolosamente salvata la giovane volontaria Sara. Nella missione oggi ci sono circa 80 giovani dai 6 ai 18 anni di cui 62 alloggiano nell’internato. Tutti frequentano la scuola primaria e secondaria che sono gestite in collaborazione tra la congregazione e lo stato che si fa carico dello stipendio degli insegnanti. L’internato ha una divisione per i maschi e una per le femmine, con tutti gli spazi necessari per mangiare, dormire e studiare.


Il filmato originale (Full HD – mp4) può essere scaricato al seguente indirizzo:
https://www.dropbox.com/s/77uod414xp4i75e/MissioneChivimarca.mp4?dl=0
(Istruzioni)

Missione di COCHABAMBA

Nata come casa di formazione o noviziato, questa prima struttura oggi è diventata anche casa provinciale a cui fanno riferimento le missioni dell’Uruguai, dell’Argentina e della Bolivia. Ovviamente le suore non riescono a concepire una casa che abbia solo un uso istituzionale, per cui qui loro svolgono anche varie attività di utilità sociale tra cui il servizio in parrocchia, la gestione di attività con i giovani, la gestione delle adozioni a distanza e i rapporti con le famiglie adottate e un piccolo centro sanitario a disposizione delle famiglie più povere.


Il filmato originale (Full HD – mp4) può essere scaricato al seguente indirizzo:
https://www.dropbox.com/s/2oincianwzz82g3/MissioneCochabamba.mp4?dl=0
(Istruzioni)

Missioni di EL ALTO e di CH’AQUIMAYU

Sui fianchi delle montagne che circondano gli altopiani di La Paz e Cochabamba stanno sorgendo quartieri costituiti da piccole case di mattoni dove migliaia di famiglie migranti si stanno insediando nonostante la mancanza di impianti idrici, fognari, strade, corrente e gas. Guardando da lontano sembrano villaggi moderni, in realtà si tratta di insediamenti che tra 10-20 anni si trasformeranno in caotiche favelas, così come è successo nelle periferie delle grandi città brasiliane. Proprio in queste realtà le suore della Provvidenza hanno allestito due missioni, una a El Alto (La Paz) e una a Ch’Aquimayu (Cochabamba) dove ospitano, per il doposcuola e a El Alto anche per il pranzo, bambini di famiglie molto povere, spesso costituite solo dalla mamma. Donne che per sostenere la famiglia durante il giorno si dedicano a piccoli commerci lungo le strade e le piazze della città trascurando inevitabilmente le esigenze dei figli.


Il filmato originale (Full HD – mp4) può essere scaricato al seguente indirizzo:
https://www.dropbox.com/s/f2f71c2x3sz0w2p/MissioniBolivia.mp4?dl=0
(Istruzioni)