Ricordo di sr. Celestina e di Enzo


Suor Celestina Brigadoi e il volontario di Verona Enzo Agnelli (dell’ Associazione Amici della Bolivia) il giorno 29 novembre 2016 hanno perduto la vita sulla strada verso la città di La Paz, prima di entrare fra le montagne che conducono a Chivimarca, precipitando in un burrone di circa 50 metri, mentre incrociavano un tir che proveniva dalla direzione opposta.  Un’altra volontaria di Verona, Sara, è rimasta ferita, per fortuna non in modo grave.

SuorCelestinaSuor Celestina Brigadoi, nata a Predazzo (TN) nel 1943, da più di 30 anni era una missionaria coraggiosa ed entusiasta del suo servizio, animata da vero spirito di carità. Ha amato con tutta se stessa il popolo andino, in particolare la missione di Chivimarca che ha visto nascere e crescere nel tempo. Era una suora dinamica, sempre attiva, poiché sapeva guardare all’esempio del suo Fondatore, San Luigi Scrosoppi.

La località di Chivimarca si trova nella provincia di Tapacarì, probabilmente la zona più povera della Bolivia, e fu definita come “un lugar olvidado de Dios y de los hombres, donde el diablo perdiò su poncho” un luogo dimenticato da Dio e dagli uomini dove il diavolo perse il suo mantello: un posto pertanto disdegnato pure dal diavolo!

Era sempre suor Celestina a darci notizie delle missioni della Bolivia, a sostenere il modo con cui vengono portate avanti le adozioni a distanza, a collaborare con noi.   Così il progetto di copertura del centro sportivo, realizzato ultimamente da Solidarmondo grazie ad un contributo della Provincia di Trento, era stato fortemente voluto da lei.

Durante la realizzazione del progetto è sempre stata esatta nel tenerci informati del suo andamento. A progetto concluso ci diceva che la sua realizzazione portava per l’intero quartiere un punto forte di aggregazione per giovani e meno giovani.

Nel mese di luglio 2015 Suor Celestina, in Italia per un breve periodo, aveva espresso alla nostra Associazione la soddisfazione per l’opera realizzata. Si era mostrata veramente contenta che nella mostra “Tam tam di speranza” di Tesero, nello spazio dei prodotti di artigianato portati direttamente da lei dalla Bolivia, fosse stata esposta la descrizione del progetto.

Parlando di lei una nostra volontaria andata in Bolivia nel mese di ottobre scrive: “Dappertutto dove ci fermiamo Sr. Celestina è conosciuta e salutata, lei si ferma a parlare amabilmente con tutti, ha grandi capacità comunicative, resto incantata a osservare!”

 

EnzoAgnelliEnzo Agnelli era un architetto volontario, coordinatore della Onlus “Amici della Bolivia” di Verona e assiduo sostenitore delle varie missioni in Bolivia che hanno potuto beneficiare della sua competenza, della sua passione e del suo amore disinteressato. Innumerevoli i suoi viaggi in Bolivia, anche come accompagnatore “veterano” dei giovani volontari. Offriamo la nostra preghiera di suffragio per suor Celestina e per Enzo che pensiamo già nell’abbraccio misericordioso di Dio, a godere il premio delle loro buone opere. Ci uniamo con affetto al grande dolore della famiglia di Enzo che ci ha regalato per lunghi anni un amico insostituibile e un testimone della più pura carità verso i poveri. Per la moglie Daniela e la figlia Ilaria chiediamo il conforto e il sostegno della fede che guarisce ogni ferita. Condividiamo il dolore del distacco anche con i familiari di suor Celestina e siamo fraternamente vicini a loro.

Sara, la ragazza sopravvissuta all’incidente, rivolgiamo anche noi le parole di Mons. Tito Solari: “Vedi, il Signore ha coronato la vita e l’opera di due missionari autentici, Suor Celestina ed Enzo. Tu invece sei ai primi passi del tuo servizio, ma hai davanti due splendidi testimoni. Loro ti accompagneranno sempre. Affidati a loro e riprendi il cammino con entusiasmo”.
A lei il nostro grazie e per lei la nostra preghiera.

Vedi anche:

http://www.suoredellaprovvidenza.it/it/news/item/572-grazie-suor-celestina-grazie-enzo

http://www.predazzoblog.it/suor-celestina-brigadoi-muore-in-bolivia-per-incidente/